3/09/2012

LIBRI: MUSTANG. UN VIAGGIO

Questa è la prima recensione che scrivo per un libro di Tiziano Terzani, in futuro ne recensirò altri.

Volutamente non sono partito ne da un libro stampo Terzani cronista, ne da un libro Terzani introspettivo. Questo libro è una buona via di mezzo, presentato dalla casa editrice in un formato piccolo e molto manegevole.

Nel 1995 Tiziano ha compiuto questo viaggio nella regione del Mustang, regione nascosta tra le montagne dell'Himalaya e protetta nei secoli dall'influenza del "progresso". Da poco consente l'accesso a pochissimi turisti ogni anno e Tiziano riesce ad ottenere un pass. Questa regione, con la sua città principale costruita di fango e calce, le gompa (tempio buddista in tibet) dipinte di rosso e la completa assenza di confort come potrebbe essere l'energia elettrica, costituisce di fatto una finestra sul passato. Dopo 5 giorni di cammino si giunge in un luogo remoto, sconosciuto ai più, dove il tempo scorre con l'atavico ritmo universale. 
Non conosco quali sono le politiche turistiche odierne di questa regione, ma il libro è una raccolta entusiasmante e nutrita di fotografie scattatate da Tiziano e brevemente raccontate. 
Lo spunto è molto interessante, si pone la problematica del progresso; è un bene o un male progredire, o meglio, cosa si intende per progresso? Il termine è ambiguo e si presta ad essere travisato e strumentalizzato.

Consiglio di godersi questo testo in momenti di relax silenziosi, e non in giro o in metropolitana; lo scopo non è la lettura del libro, bensì assaporare le sfumature grezze di queste foto del passato accompagnate da poche, ma preziose, parole del grande viaggiatore Tiziano, per me viaggiatore dell'io prima che viaggiatore nel mondo.


Ecco il link per acquistare il libro Mustang. Un viaggio.


Dato che di foto si parla vi segnalo una mostra fotografica National Geographic a Roma che promette molto bene (link al post, link al sito della mostra).

Con questo post partecipo al venerdì del libro di Homemademamma.


PapàStefano

14 commenti:

  1. Mi interessa perché è un Terzani "via di mezzo" come dici tu e perché narra di un viaggio in una terra che amo moltissimo.

    RispondiElimina
  2. sì, Terzani era capace di grande introspezione, prima ancora che di cronaca. Grazie per questi tuoi appunti ... un'altra cosa ci accomuna. Ho tutti i suoi libri e lo trovo un grande comunicatore...anche oggi a quasi 8 anni dalla sua scomparsa.
    bellissimo!
    ciao a te e a mammalaura (...e a babygiorgia...naturalmente!!!)

    RispondiElimina
  3. Mi incuriosiscono le altre culture e i libri che ne parlano. Grazie della segnalazione!

    RispondiElimina
  4. Grazie per la mostra!! Mi era sfuggita

    RispondiElimina
  5. Questa recensione capita proprio in un momento in cui mi sono decisa a leggere qualcosa di Terzani. Non ho mai letto nulla di suo, purtroppo. mi è piaciuta davvero molto questa tua recensione e credo proprio che inizierò da questo libro. Grazie!

    RispondiElimina
  6. Curiosa di questo Terzani via di mezzo. Il libro promette benissimo, il tema mi interessa molto e in quella fetta di mondo ho lasciato un po' del mio cuore. Segno, non lo conoscevo, grazie!

    RispondiElimina
  7. Mio papà aveva dei libri di Terzani (ma non questo) e devono essere ancora lì, nelle librerie a casa dei miei...mi sono sempre ripromessa di leggere qualocsa di questo autore, ma ho poi rimandato.
    Ora mi segno questo titolo, poi terrò da conto anche quelli che già posso trovare a casa dei miei appunto.
    Grazie per la bella recensione!

    RispondiElimina
  8. Auguro a tutte una buona lettura, o meglio di trascorrere dei bei momenti; per farvi allietare dagli scritti di Tiziano sicuramente sono altri i libri, ma questo è molto votato al relax mentre lo si sfoglia lentamente.

    RispondiElimina
  9. Io ammetto di non aver letto nulla di suo... Dovrò rimediare prima o poi anche se la mia lista dei libri in attesa è lunga un bel po'.

    RispondiElimina
  10. Ciao, io li ho letti (alcuni anche riletti) quasi tutti, ma questo mi manca!

    RispondiElimina
  11. Grazie a tutte per i commenti!!!e grazie per le vostre proposte del venerdì del libro, grazie a questa bellissima iniziativa stiamo conoscendo tantissimi libri nuovi!!!

    RispondiElimina
  12. Di Terzani non ho letto molto e conosco poco il personaggio. Sicuramente la presenza di foto di una pase lontano nello spazio e nel tempo dal nostro lo rende interessante

    RispondiElimina
  13. Il libro non l'ho letto nemmeno io, ma effettivamente le foto sono bellissime.....Laura

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...