7/13/2012

VENERDI' DEL LIBRO: LA FATTORIA DEGLI ANIMALI

Geniale è il termine che mi suggeriscono scritti di questa levatura. Orwell rappresenta in maniera a dir poco disarmante quanto efficace la debolezza della filosofia sovietica post-bellica, anno di pubblicazione 1945, e forse anche una delle debolezze umane.
La metafora è fortemenete impegnata alla rappresentazione della dinamica che porta gli animali della fattoria Manor alla rivoluzione, liberandosi dall'uomo sfruttatore. Quando finalmmente ci riescono si organizzano per autogovernarsi ed il principio della rivoluzione va scemando nell'ingordigia di potere dei maiali, che sovrastano intellettualmente e diplomaticamente gli altri animali, il popolo. 
Vi consiglio di leggerlo, un invito che mi sento di fare anche a coloro che non amano particolarmente i classici, questo è diverso. E' un classico attuale, oltre al modo di scrivere orwelliano che riesce a mantenere l'attenzione sul susseguirsi delle vicende, ci si rende conto che la metafora continua ad essere attuale più che mai. Forse quest'ultima cosa, oltre alle splendide metafore animali, ognuno con la sua identità sociale, è la cosa che più si fa apprezzare in questo testo. 
Leggere il libro inevitabilmente ti farà sentire parte della storia e non mero lettore, perché a pensarci bene probabilmente siamo uno degli animali del popolo, abbiamo anche la possibilità di scegliere quale animale essere o forse no. 

Con questo post partecipo al venerdì del libro di Homemademamma, per leggere le altre proposte cliccate qui.

Riferimenti Amazon.it:
Brossura: La fattoria degli animali (Oscar classici moderni)
Kindle: La fattoria degli animali (Oscar)

7 commenti:

  1. Molto bello, come sempre con Orwell e le sue allegorie politiche, la storia lascia lo spazio alla meditazione, una volta chiuso il libro.

    RispondiElimina
  2. Sono d'accordo con te. E' un libro assolutamente da leggere. Un classico moderno che ti insegna a guardare la società con occhio critico.

    RispondiElimina
  3. Bello sì. L'ho letto al liceo, uno di quei classici sempre attuali che diventano bagaglio importante.

    RispondiElimina
  4. Ah, si un classico che ho letto troppo tempo fa e credo sia il caso di rispolverarlo. Orwell è geniale.

    RispondiElimina
  5. Concordo, un libro che merita davvero di essere letto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I classici sono troppo spesso mal considerati, forse perché l'approccio scolastico usuale è di lettura coattiva. Felice che vi sia piaciuto, buona lettura!

      Elimina
  6. Mi manca, confesso! Però ne ho sentito parlare sempre benissimo, quindi prima opoi colmerò la lacuna .-9

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...